Percorso

Il cammino di Santa Giulia

Il Cammino di santa Giulia

è un itinerario storico, spirituale, naturalistico evocativo della traslazione delle reliquie di santa Giulia, avvenuta in epoca Longobarda per volontà di Re Desiderio e di sua moglie Ansa nel 762 ca.

La traslazione del corpus sanctae Iuliae è datata nel 762 d.C. voluta dagli ultimi regnanti longobardi, Desiderio e Ansa (756-774), è la prima informazione storicamente verificabile. Desiderio e Ansa, traslarono il corpus dalla Gorgona a Brescia.

Così venne portato nel monastero femminile da poco fondato, in cui era badessa la figlia Anselperga: monastero inizialmente dedicato al Salvatore, in seguito anche a s. Giulia; monastero che vantava possedimenti fino al ducato di Benevento.

Le fonti agiografiche attribuiscono il merito alla regina Ansa e in questo la traslazione di santa Giulia si differenzia dalle altre, non solo perché il protagonista è un personaggio femminile, ma anche per la modalità: la regina praecepit, diede ordine, senza altre giustificazioni.

Un affascinante viaggio a piedi, un’avventura lungo un cammino di 460 Km, in 25 tappe, attraversando tre Regioni, la Toscana, l’Emilia e la Lombardia.

Dal Mare alla Montagna fino alla Pianura, lungo il Cammino di S. Giulia.

Potrebbe interessarti anche

Il Liberty

A cavallo tra il XIX e il XX secolo in tutta Europa si assiste all'affermazione di un "nuovo stile" che si presenta come una totale inversione di rotta rispetto ai canoni allora dominanti

Scopri di più

Dintorni

Frazioni e località

Scopri di più

Le cascine

La cascina a corte, o più semplicemente cascina, è una struttura agricola tipica della Pianura Padana. 

Scopri di più

La città murata

Una fortezza dalla forma di quadrilatero irregolare, con cortina muraria intervallata da quattordici torri cilindriche

Scopri di più
This site is registered on wpml.org as a development site.